Statuti dell’Associazione Ticinese degli Ufficiali Professionisti (ATUP)

 

                                                                                                              Art. 1

Costituzione e forma giuridica

Sotto la denominazione Associazione Ticinese degli Ufficiali Professionisti (ATUP) è costituita un’associazione, secondo gli art. 60 e seguenti del Codice Civile Svizzero.

L’associazione è apolitica e aconfessionale.

Art. 2

Scopi dall’associazione

L’associazione ha i seguenti scopi:
a)     mantenere vivo lo spirito di camerateria e di corpo fra i soci;
b)     aggiornare le conoscenze in materia militare dei soci; 
c)     collaborare con la Società ticinese degli ufficiali e con altre associazioni aventi scopi analoghi.               

Art. 3

Soci

Può essere socio:
a)       ogni ufficiale professionista domiciliato o già domiciliato in Ticino;
b)       ogni ufficiale professionista che presti o abbia prestato servizio in Ticino.  

Art. 4

Ammissione - dimissioni - esclusione

a)     L’ammissione nell’associazione avviene a seguito di domanda scritta al comitato al quale compete l’accettazione,
         esso ne darà comunicazione all’assemblea;
b)     Le dimissioni devono essere presentate in forma scritta al comitato, che ne darà comunicazione all’assemblea.
c)     L’esclusione di un socio avviene su delibera dell’assemblea. 

Art. 5

Organi sociali

Gli organi dell’associazione sono:
a)     l’assemblea dei soci
b)     il comitato
c)     i revisori

Art. 6

Assemblea dei soci

L’assemblea è competente per tutti gli argomenti che interessano l’associazione. Essa può deliberare unicamente sulle trattande all’ordine del giorno. 

Sono trattande all’ordine del giorno:

a)     l’approvazione del rapporto d’attività del comitato;
b)     l’approvazione dei conti e del preventivo;
c)     la determinazione della quota sociale, a seconda delle necessità contingenti dell’associazione;
d)     le attività del nuovo anno; inoltre, in ossequio agli statuti:
e)     la nomina del presidente, del comitato e dei revisori;
f)      la modifica parziale o totale degli statuti;
g)     l’esclusione di soci come da Art. 4, pto d;
h)     mozioni proposte dal comitato o inoltrate dai soci in forma scritta al segretariato al più tardi 60 giorni prima della data
        dell’assemblea
i)      lo scioglimento della società.                      

Art. 7


L'assemblea viene convocata almeno una volta all'anno con avviso scritto personale almeno 15 giorni prima della riunione.L'assemblea può essere convocata in seduta straordinaria dal comitato o su richiesta scritta inoltrata al segretariato da parte di un quinto dei soci. Nella richiesta di convocazione sarà formulato l'ordine del giorno da proporre all'assemblea. 

Art. 8

Composizione del comitato

Il Comitato si compone di un presidente e almeno 3 membri e designa nel suo seno: 

a)     il vicepresidente;
b)     il segretario;
c)     il cassiere.

Nomina inoltre, secondo necessità: 

d)     delegati rappresentanti la ATUP
e)     singoli membri o commissioni che collaborino alla sua attività e al raggiungimento degli scopi sociali Oltre alle persone di cui ai
        punti a-c di questo articolo fanno parte del Comitato almeno: 

f)      un ufficiale professionista attivo in Ticino;
g)     un ufficiale professionista attivo oltr’alpe;
e)     un ufficiale professionista pensionato. Il Comitato decide a maggioranza semplice dei voti espressi. A parità di voti è decisivo
        quello del presidente.I membri di Comitato stanno in carica tre anni e possono essere rieletti. La carica del presidente non può
        essere ricoperta per più di due mandati consecutivi dalla stessa persona. 

Art. 9

Competenze del comitato

Il Comitato cura gli interessi dell’associazione, la rappresenta e amministra i fondi sociali.

In particolare esso provvede:

a)       alla convocazione dell’assemblea almeno una volta all’anno o su richiesta di un quinto dei soci;
b)       alla realizzazione, mediante adeguate iniziative, degli scopi sociali;
c)       alla realizzazione del programma formulato dall’assemblea sociale. 

Art. 10

Modifica degli statuti

Per modificare i presenti statuti è necessaria la maggioranza dei due terzi dei voti espressi. 

Art. 11

Scioglimento

Lo scioglimento può essere deciso da un’assemblea a cui siano presenti i due terzi dei soci. Per decidere lo scioglimento è necessaria la maggioranza dei due terzi dei voti espressi.

In caso di scioglimento l’eventuale patrimonio sociale e l’archivio sono da conservare per almeno 5 anni presso la STU e solo in seguito possono essere devoluti d associazioni aventi scopi analoghi e in via subordinata al Soccorso Svizzero d’Inverno.

Art. 12

Gli statuti sono stati approvati dall’assemblea costituente del 19.12.2003 ed entrano immediatamente in vigore  . 

Monte Ceneri, 19 dicembre 2003  

Il presidente                                                                                           Il segretario 

Col SMG Sergio Romaneschi                                                           Ten col SMG Nicola Guerini